ENERGIA GEOTERMICA

All’inizio degli anni Settanta, in coincidenza con la crisi petrolifera, e negli anni seguenti, a causa dei vari insuccessi degli impianti di produzione di energia nucleare, la possibilità di generare energia elettrica sfruttando il calore interno della Terra sembrava uno dei metodi più promettenti fra le cosiddette fonti energetiche alternative. La realizzazione pratica del principio, però, si è mostrata meno … Continua a leggere

LA TRASFORMAZIONE IMPLICA PERDITA DI ENERGIA PRIMARIA

Poiché i consumi di energia negli ultimi 100 anni sono aumentati incredibilmente, per rispondere a queste richieste si deve ricorrere per l’82% allo sfruttamento di fonti non rinnovabili disponibili sulla terra in quantità maggiore rispetto alle fonti rinnovabili a cui, per produrre energia si fa riferimento per il solo 18%. Però la terra non può essere considerata una riserva illimitata … Continua a leggere

FORSE NON ESISTONO SOLO I PANNELLI FOTOVOLTAICI

Di energie alternative non esistono solo quella eolica, fotovoltaica, che pare che siano le più di moda in questo momento, ma esiste anche quella derivante dalla produzione di biogas. Questa soluzione mi affascina in modo particolare da diversi anni, ovvero da quando guardando una vecchia trasmissione in televisione vidi come in una fattoria fossero riusciti con mezzi rudimentali a costruire … Continua a leggere

IL TERMINE BIOMASSA

Con il termine biomassa si designa ogni sostanza organica di origine vegetale o animale, da cui sia possibile ottenere energia attraverso processi di tipo tecnochimico e biochimico. Le biomasse hanno origini differenti: da boschi e foreste naturali, da piante coltivate appositamente per scopi energetici, dai residui altrimenti inutilizzabili di produzioni destinate all’alimentazione umana o animale, da rifiuti organici. A seconda … Continua a leggere

LE BIOMASSE

In tutti i vegetali, sul nostro pianeta è immagazzinata una certa quantità di energia dovuta al processo della fotosintesi, durante questo processo viene accumulata energia solare sotto forma di energia chimica. Quest’energia è presente oltre che nelle piante, anche nei rifiuti agricoli, nei liquami, nella legna da ardere e nei combustibili fossili: vale a dire tutto ciò che viene definito … Continua a leggere

TRASFORMARE I RAGGI DEL SOLE IN GAS

Fotovoltaico ed eolico: come immagazzinare l’energia? In una sorprendente ricerca, alcuni scienziati della Università della Pensilvania hanno scoperto un microbo che può convertire in modo efficace la corrente elettrica in metano.Per quanto bizzarra ed originale, questa soluzione potrebbe essere adottata per risolvere il dilemma di come conservare l’energia immagazzinata dalle fonti eoliche o fotovoltaiche.

PRODUZIONE INDIVIDUALE DI ENERGIA

Biodisel: autoproduzione made in USA Gli americani, si sà, amano il “fai da te”. Ecco quindi un simpatico esempio di come questo amore si traduce in pratica: il kit per l’autoproduzione di biodisel. Una azienda americana ne propone di diversi modelli e dimensioni, compreso uno “starter kit” più economico per neofiti.

MANGIARE PETROLIO

Una colazione “petrolifera” Ripropongo un divertente articolo, trovato sul sito Cani Sciolti sul tema del bilancio energetico:”Quello che mangio a colazione mi connette con il pianeta, con il suo passato di resti fossili di animali e piante che sono ora petrolio, e anche con il suo futuro, quando queste risorse non rinnovabili scarseggeranno.” La colazione mi rifornisce di circa 400 … Continua a leggere

ALGHE SUI PALAZZI

  Un rapporto recentemente pubblicato dall’Institute of Mechanical Engineers inglese suggerisce che grazie a dei grandi fotobioreattori, la produzione di alghe potrebbe essere integrata sulle pareti verticali degli edifici. L’obiettivo resta quello della produzione di biocarburanti e sequestrare CO2, aggiungendo un nuovo significato al termine “edificio verde”.Uno dei vantaggi dell’utilizzo dell’acquacoltura dove si coltivano le alghe per i biocarburanti è … Continua a leggere