IDROGENO RICAVATO DALLA CELLULOSA

cellulosa.jpgProdurre idrogeno dalla cellulosa e dalle biomasse. Un nuovo processo è stato progettato dai ricercatori della Penn State University in uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (fonte LaRepubblica). I ricercatori hanno scoperto come è convertire la cellulosa e altri materiali organici biodegradabili in idrogeno, ponendo alcuni batteri in una cella per elettrolisi microbica con acido acetico. Quest’ultimo è alla base della fermentazione di glucosio e cellulosa. All’interno della cella l’anodo è composto da grafite granulata, il catodo da carbonio con catalizzatore in platino. I batteri consumano l’acido acetico rilasciando elettroni e portoni creando una differenza di potenziale di circa 0,3 volt. Aggiungendo altri 0,2 volt da una sorgente esterna le bolle di gas idrogeno iniziano a fuoriuscire dal liquido, immagazzinando nell’idrogeno il 288 per cento di energia di quella investita nel processo. L’attuale metodo per produrre idrogeno ha un’efficienza del 50-70%. L’elettrolisi microbica assorbe una parte dell’idrogeno prodotto per ottenere energia e sostenere la reazione. Il processo permette di ricavare il 144 per cento di energia in più rispetto a quella utilizzata. L’idrogeno così prodotto può essere utilizzato come vettore energetico sotto forma di carburante o di combustibile.TORNA ALL'INDICE.jpg

IDROGENO RICAVATO DALLA CELLULOSAultima modifica: 2011-01-16T01:15:00+01:00da r-maxim
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento